I criteri per il PTSD (Disturbo Post-Traumatico da Stress)

 secondo il DSM-5


Se sei reduce da un evento traumatico e ti riconosci in questi sintomi, cerca aiuto da uno psicoterapeuta specializzato sul trauma (es. EMDR)


A. Essere esposti ad un evento traumatico che ha messo in pericolo la propria vita o il proprio corpo (incidenti, diagnosi di malattie gravi, incidenti, abusi sessuali, catastrofi naturali, eventi terroristici..) in uno dei seguenti modi:

  1. Avere fatto una esperienza traumatica diretta
  2. Avere assistito ad una esperienza traumatica di qualcun altro
  3. Essere venuto a conoscenza di un evento traumatico accaduto ad un familiare o ad un amico
  4. Essere esposti più volte o in modo estremo a dettagli sgradevoli di un evento traumatico 


B. La presenza di uno o più tra i seguenti sintomi intrusivi:

  1. Ricorrenti, involontarie ed intrusive memorie disturbanti dell’evento traumatico
  2. Ricorrenti incubi 
  3. Sensazione di stare rivivendo il trauma
  4. Stati intensi e prolungati di angoscia e disagio attivati da stimoli interni o esterni (es. passare in una determinata via o sentire un particolare odore) che sono collegate al trauma
  5. Reazioni del corpo marcate che si attivano da stimoli interni o esterni collegati al trauma


C. Evitamento costante di stimoli associati agli eventi traumatici, di due tipi:

  1. Evitamento o sforzi per evitare ricordi, pensieri o sensazioni collegate all’evento traumatico.
  2. Evitamento o sforzi per evitare persone, luoghi, conversazioni, attività, oggetti e situazioni che ricordano l’evento traumatico e che scatenano pensieri, ricordi e sensazioni sgradevoli.


D. Alterazioni nel pensiero o nell’umore che iniziano o peggiorano a seguito dell’evento traumatico. Per soddisfare il criterio sono necessari almeno due sintomi tra questi indicati:

  1. Incapacità a ricordare un aspetto importante del trauma.
  2. Pensieri e credenze esageratamente negative e persistenti che riguardano se stessi, gli altri e il mondo.
  3. Persistenti cognizioni distorte sulle cause e le conseguenze dell’evento traumatico che portano l’individuo ad incolparsi dell’accaduto.
  4. Uno stato emotivo negativo persistente (ad es. costante sensazione di colpa, vergogna, ansia, terrore)
  5. Marcata diminuzione di interessi e partecipazione alle attività quotidiane
  6. Sensazione di distacco o straniamento dagli altri.
  7. Persistente incapacità a sentire emozioni positive


E. Marcate alterazioni nella reattività associata all’evento traumatico:

  1. Umore irritabile e scatti di rabbia espressi con aggressioni verbali o fisiche verso oggetti o persone
  2. Comportamenti spericolati o auto-distruttivi
  3. Ipervigilanza
  4. Reazioni di trasalimento esagerate
  5. Problemi di concentrazione
  6. Disturbi del sonno